Home / Fiscalità Internazionale / Bulgaria, Serbia, Macedonia e Turchia nella White List

Bulgaria, Serbia, Macedonia e Turchia nella White List

La “white list” comprende gli Stati e territori che assicurano, sulla base di convenzioni, uno scambio di informazioni.tasse

Con il decreto del ministero delle Finanze del 4 settembre 1996, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 220 del 19/09/96, ripetutamente modificato, è stato approvato l’elenco degli Stati con cui risulta attuabile il suddetto scambio di informazioni.

Il decreto Mef dell’11 gennaio 2013, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 21 del 24 gennaio 2013, modifica, aggiornandola, la “white list”. In base a questa ultima variazione l’Islanda figura ora nell’elenco. degli Stati con cui è attuabile lo scambio di informazioni in base a quanto indicato nelle Convenzioni sulla doppia imposizione

La Bulgaria, la Serbia, la Macedonia e la Turchia sono ricomprese nella “white list”, avendo stipulato con lo  Stato Italiano una convenzione atta ad evitare le doppie imposizioni.

Vedi:

Convenzione tra la Repubblica italiana e la Repubblica popolare di Bulgaria intesa ad evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio

Convenzione tra la Repubblica Italiana e la Repubblica Socialista Federativa di Jugoslavia per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio

Convenzione tra il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo Macedone per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio

Accordo tra la Repubblica Italiana e la Repubblica turca per prevenire le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito

Il decreto legislativo 239/96  all’articolo 6 stabilisce che non sono soggetti ad imposizione gli interessi, premi ed altri frutti delle obbligazioni e titoli similari, percepiti da soggetti residenti in Paesi che consentono un adeguato scambio di informazioni.

About tiras-bg

TIRAS Consulting affianca il cliente nel processo di crescita, nell'individuare soluzioni vantaggiose e nel metterle in pratica. Analisi diversificata delle varie aree di business. Piani concreti ed efficaci rivolti all’apertura di nuovi mercati, al riposizionamento competitivo, alla differenziazione, alla valorizzazione dei punti di forza. Soluzioni in grado di generare concretamente profitti e di assicurare un vantaggio competitivo