Home / Note Paese: Serbia / Perchè la Serbia

Perchè la Serbia

La Serbia è un ponte tra l’Est e l’Ovest: la sua posizione strategica nel cuore del Sud-Est Europa la rende una destinazione favorevole per gli investimenti.serbia

Accordi commerciali rivolti al libero scambio

La Serbia vanta diversi accordi di libero scambio che permettono di accedere facilmente a mercati internazionali con un potenziale di circa 1 miliardo di consumatori, con un dazio doganale  pari allo 0%.

La Serbia vista come centro manifatturiero consente  esportazioni esenti da dazi verso un mercato che comprende:

  • l’Unione europea;
  • gli Stati Uniti d’America;
  • la Federazione Russa;
  • il Kazakistan;
  •  la Turchia;
  • il Sud Est Europa;
  • i membri dell’Associazione europea di libero scambio;
  • la Bielorussia.

Il regime di esenzione doganale copre la maggior parte dei prodotti industriali chiave, con solo un paio di eccezioni e contingenti annuali per un numero limitato di merci.
Dopo la conclusione delle trattative con l’Egitto, il numero di consumatori raggiungibili in assenza di dazi doganali dalla Serbia aumenterà di ulteriori 77 milioni.

Sistema fiscale competitivo

L’ambiente estremamente competitivo fornisce la seconda più bassa imposta sull’utile di impresa in Europa (15%, la più bassa rimane la Bulgaria con il 10%), insieme ad altre imposte e costi favorevoli.

Sistema di incentivi

Sono previsti numerosi interessanti incentivi

  • Incentivi agli investimenti in Serbia;
  • Incentivi offerti dall’Agenzia Nazionale di Collocamento;
  • Esenzione d’imposta sugli utili aziendali;
  • Credito d’imposta sugli utili;
  • Esenzione temporanea dell’imposta sugli utili per le concessioni;
  • Il riporto delle perdite;
  • Esenzione del pagamento dell’imposta sugli stipendi e sui contributi previdenziali;
  • Deduzione dell’imposta sui redditi annuali;
  • Esenzioni IVA per le Zone Franche;
  • Importazioni senza pagamento di dazi doganali;
  • Incentivi locali;

Capitale intellettuale

Grazie ad una combinazione unica tra alta qualità e basso costo, la forza lavoro serba é riconosciuta come elemento determinante per le migliori performance economiche.
La Serbia ha favorito intense relazioni con le economie occidentali per decenni durante i quali i lavoratori serbi hanno ricevuto un know-how specifico, adottato applicazioni tecnologiche avanzate e standard di produzione rigorosi nei controlli di qualità acquisito  una vasta esperienza sia nella fabbricazione sia nel management.

Solitamente  al personale locale basta un minimo di formazione per poter adottare tecnologie e processi di assemblaggio di ultima generazione.

In generale il personale altamente qualificato in Serbia è ampiamente disponibile. Il numero di ingegneri, manager e altri specialisti è sufficiente a soddisfare la domanda crescente di aziende internazionali. Annualmente, l’offerta di lavoro aumenta da 35.000 universitari con diploma di facoltà o laurea breve e 75.000 diplomati.
Inoltre, le scuole elementari e medie internazionali sono ampiamente disponibili in Serbia. Esse offrono programmi di studio in inglese, tedesco, francese ed esami riconosciuti a livello internazionale.

Infrastrutture moderne

Utilizzando le connessioni stradali altamente sviluppate, una spedizione dalla Serbia può raggiungere anche le parti più remote dell’Europa in meno di 72 ore.

Come base logistica la Serbia è un luogo perfetto per un’impresa che vuole raggiungere in modo efficiente i suoi clienti nell’UE, SEE o nel Medio Oriente.

Infatti, il Paese confina con l’UE e con l’Ungheria, la Bulgaria e la Romania, offrendo così anche il vantaggio di operare al di fuori dei confini UE.

Inoltre le imprese possono godere di tutti i vantaggi tipici di coloro che operano al di fuori dello spazio UE, pur essendo in grado di fornire beni e servizi di trasporto entro i tempi previsti e secondo modalità flessibili.
Inoltre, grazie alla sua posizione geografica tra Oriente ed Occidente, la Serbia è spesso definita come una porta dell’Europa.

A questo si aggiungono i due importanti corridoi europei: il n ° 7 – corrispondente al percorso del fiume Danubio ed il n ° 10 – l’autostrada e la linea ferroviaria internazionale si incrociano in Serbia, fornendo un eccellente collegamento con l’Europa occidentale ed il Medio Oriente ai trasporti nazionali.

Ingenti investimenti diretti esteri

Dal 2001, la Serbia ha attirato più di $ 22,4 miliardi di investimenti diretti esteri.
Dall’inizio delle riforme economiche, la Serbia è diventata una delle località principali di investimento in Europa centrale ed orientale. In testa alla lista dei principali investitori stranieri vi sono le imprese e le banche mondiali, come FIAT, Telenor, Stada, Microsoft, Coca-Cola, Delhaize, Michelin, Gazprom, Bosch, Siemens, Intesa Sanpaolo, Mobilkom Austria e molti altri.

About tiras-bg

TIRAS Consulting affianca il cliente nel processo di crescita, nell'individuare soluzioni vantaggiose e nel metterle in pratica. Analisi diversificata delle varie aree di business. Piani concreti ed efficaci rivolti all’apertura di nuovi mercati, al riposizionamento competitivo, alla differenziazione, alla valorizzazione dei punti di forza. Soluzioni in grado di generare concretamente profitti e di assicurare un vantaggio competitivo