Home / Diritto societario internazionale / Procedure relative alle fusioni transfrontaliere comunitarie

Procedure relative alle fusioni transfrontaliere comunitarie

Si parla di Fusione transfrontaliera quando due o più società appartenenti ad ordinamenti giuridici diversi si fondono tra loro.diritto societario internazionale 3

Anche la fusione transfrontaliera può avvenire per incorporazione o mediante ricorso ad una NewCo.

Gli organi direzionali o di amministrazione di ogni società che partecipa alla fusione devono preparare un progetto comune di fusione transfrontaliera, destinata ai soci e ai lavoratori, nella quale illustrano e giustificano gli aspetti giuridici edeconomici nonché le conseguenze della fusione transfrontaliera.

La direttiva CE 56/2005 definisce all’Articolo 5 (Progetto comune di fusione transfrontaliera) in un elenco di dodici elementi obbligatori il contenuto minimo del progetto comune di fusione transfrontaliera che deve essere pubblicato, secondo le modalità previste dalla legislazione nazionale di ciascuno Stato membro, conformemente alla direttiva sulla pubblicità delle società di capitali, entro un mese dall’assemblea generale che deve decidere al riguardo.

Tuttavia, la pubblicità non costituisce un obbligo se la società mette il progetto a disposizione del pubblico sul suo sito Internet o su un sito designato dallo Stato membro interessato, un mese prima della data fissata per l’assemblea generale.

Una relazione di esperti indipendenti viene redatta per analizzare la fusione.

Tale relazione non è richiesta se tutti i soci di ciascuna delle società che partecipano alla fusione vi rinunciano.

La relazione di esperti e la relazione sul progetto di fusione transfrontaliera devono essere disponibili almeno entro un mese dalla data della riunionedell’assemblea generale.

Sulla base dei documenti summenzionati, l’assemblea generale di ciascuna delle società che partecipano alla fusione delibera sull’approvazione del progetto comune di fusione transfrontaliera.

Controllo di legittimità

Ciascuno Stato membro designa le autorità competenti, al fine di controllare la legittimità della fusione transfrontaliera per la parte della procedura relativa aciascuna delle società interessate e che sono soggette alla sua legislazionenazionale.

Tale autorità fornisce un certificato preliminare alla fusione che attesta il corretto adempimento degli attie delle formalità necessarie per la fusione.

Per l’Italia tale controllo viene effettuato dal Notaio.

Effetti giuridici

Dopo i controlli di legittimità, la legislazione dello Stato membro cui è soggetta la società derivante dalla fusione transfrontaliera determina la data a partiredalla quale la fusione transfrontaliera ha efficacia, nonché le modalità della pubblicità della fusione nel registro pubblico.

La precedente iscrizione è cancellata, all’occorrenza, all’atto di ricezione della notifica della fusione transfrontaliera, ma non prima.

Le fusioni transfrontaliere comportano gli effetti seguenti:

  • le società incorporate, o le società che partecipano alla fusione, cessano di esistere;
  • l’intero patrimonio (attività e passività) delle società che partecipano alla fusione è trasferito alla nuova società (o la società incorporante, o la nuova società);
  • i soci delle società che partecipano alla fusione diventano soci della nuova società;
  • Qualora la legislazione di uno Stato membro prescriva formalità particolari per l’opponibilità ai terzi del trasferimento di determinati beni, diritti e obbligazioni apportati dalle società partecipanti alla fusione, tali formalità sono adempiute dalla società derivante dalla fusione transfrontaliera

About tiras-bg

TIRAS Consulting affianca il cliente nel processo di crescita, nell'individuare soluzioni vantaggiose e nel metterle in pratica. Analisi diversificata delle varie aree di business. Piani concreti ed efficaci rivolti all’apertura di nuovi mercati, al riposizionamento competitivo, alla differenziazione, alla valorizzazione dei punti di forza. Soluzioni in grado di generare concretamente profitti e di assicurare un vantaggio competitivo